R2-D2 o C1-P8 robot Star Wars

Il droide di Star Wars R2-D2, nella versione italiana si trasforma in C1-P8. Questo personaggio immaginario della saga di Guerre Stellari è l’unico che appare, insieme a C-3PO, in tutti e sette gli episodi. Ma questo droide, tanto amato dai fan del franchise di fantascienza, chi è?

Caratteristiche di R2-D2

Come tutti sanno di tratta di un droide con delle caratteristiche molto particolari. La sua dote più apprezzata è quella di riuscire ad interfacciarsi con qualsiasi genere di computer, oltre ad essere un eccellente meccanico in grado di riparare ogni tipo di nave spaziale. È un perfetto co-pilota, un discreto combattete e un collaboratore inseparabile della famiglia Skywalker. A differenza di molti robot, è dotato di un buon umorismo ed è speciale nel trovare soluzioni, molto originali, per trarre in salvo i suoi amici. Proviene dal pianeta Naboo posto sull’Orlo Esterno della Galassia, dove vivono solo due specie dotate di intelligenza: i Naboo e i Gungan. R2-D2 non ha subìto regolari cancellazioni di memoria da quando è scappato da Naboo e questo, secondo Owen Lars, sarebbe la causa del carattere “particolare” del droide.

L’aspetto di questo droide è particolarmente simpatico! È alto poco meno di un metro (96 cm), ha una forma cilindrica e al posto della testa ha una semisfera fornita di un monocolo che, oltre a permettergli di vedere, gli consente di proiettare immagini olografiche. Ha tre gambe (di cui una estraibile) ed è dotato di moltissimi apparecchi meccanici come la sega circolare, il saldatore ad arco e una chiave d’accesso per tutti i dispositivi. Si potrebbe definire super accessoriato!

Come gli altri astrodroidi, funge anche da navigatore sui caccia stellari e sulle astronavi in genere, perché ha la capacità di eseguire calcoli, stabilire rotte, manovrare la nave con un umano. La dote più preziosa di R2-D2, però, è quella di rendere possibile le missioni di spionaggio e infiltrazione grazie al fatto che si può interfacciare con qualsiasi genere di computer, potendo prendere anche il controllo sui sistemi elettronici nelle basi nemiche. L’unico ”neo” di questo droide è che non è un gran combattente, ma grazie alla sua intelligenza superiore, riesce a sconfiggere nemici più pericolosi e armati di lui.

Curiosità su R2-D2

Prima della sua fuga dal pianeta nativo, R2-D2 era di  proprietà degli “Ingegneri Reali di Naboo” che lo avevano fornito di molte doti tecnologiche, così come tutte le unità R2. Attorno a questo “personaggio” girano tantissime curiosità che vogliamo elencare , in modo da conoscerlo meglio.

La prima riguarda la sigla R2 che in inglese si pronuncia “artoo”, scelta fatta per assonanza con Arthur. Anche C1-P8 deve il suo nome ad una scelta simile: la produzione italiana, infatti, voleva richiamare alla mente il duo comico Gianni e Pinotto (ci-uno pi-otto). Non si conosce bene il motivo di queste scelte, ma probabilmente era una strategia per far ricordare meglio i nomi dei droidi.

Ovviamente tutti sappiamo che il droide era interpretato da una persona fisica e questo attore, è Kenny Baker, presente in tutti i film del franchise. A trasformarlo in interprete ideale per questo personaggio è la forma di nanismo di cui è affetto e che gli permette di stare all’interno del travestimento, manovrandolo. Grazie ad una videocamera all’interno del costume, Baker riusciva a vedere tutto quello che lo circondava e muoversi di conseguenza. Le vere curiosità, però, sono altre.

Nel 2013 è stata rubata la copia originale di R2-D2, mentre Dj Ufuk ha creato un brano di progressive trance dal titolo dedicato al droide R2D2. Il droide è così famoso che è stato inserito anche nella Robot Hall of Fame nel 2003 e nei geroglifici de I predatori dell’arca perduta appare la forma di R2-D2.

Post Author: Admin

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi