Feci gialle

Le feci gialle possono avere diversi motivi alla loro origine, alcuni dei quali rappresentano significati patologici particolari, altri sono riferibili anche a condizioni patologiche legate allo stress, quindi con una base psicologica. Spesso, però, è l’apparato digerente ad essere la causa delle feci gialle, un suo malfunzionamento nella maggior parte dei casi ne è responsabile. Per risalire alla reale causa di questa manifestazione occorre applicare la tecnica medica della diagnosi differenziale che potrebbe anche trarre beneficio da analisi delle feci, per la ricerca di segnali di particolari anomalie chimico-fisiche che orientano alla corretta diagnosi, compito comunque esclusivo del medico. A questa figura professionale, quindi, ti devi rivolgere quando noti che le feci hanno un colore particolarmente tendente al giallo. Andiamo ora a vedere insieme le cause più probabili di questo problema.

Tra le cause più frequenti di feci gialle vi è una quantità ridotta di sali biliari che defluiscono nell’intestino. Questi vengono portati all’intestino attraverso la cistifellea che è frequentemente sede di formazione di calcoli che ostacolano il passaggio della bile ma in questi casi spesso si associano febbre e dolori intensi, spasmi che costituiscono le coliche biliari. Se non vi sono sintomi particolari, è possibile che all’origine delle feci gialle vi sia una malattia epatica, come un’epatite o altre patologie anche più gravi, che devono essere diagnosticate e curate dal medico. Spesso in questi casi si presenta ittero conclamato, un colorito giallo delle sclere degli occhi e della pelle oppure un sub ittero, solo un lieve colorito giallastro delle sclere che, però, già orienta il medico alla diagnosi.

Altre cause di feci gialle

Il Pancreas ha una funzione fondamentale nei processi digestivi, intervenendo non solo sugli zuccheri tramite l’escrezione di insulina ma anche con un particolare enzima che ha il compito di scindere i grassi in molecole più semplici da elaborare. Questo enzima, la lipasi, può essere escreta in quantità inferiore a quanto normale per diverse malattie: una piuttosto caratteristica soprattutto nei bambini è la Fibrosi Cistica che, attraverso uno sbilanciamento organico, provoca un calo dalla lipasi. In questo caso, nel coinvolgimento del Pancreas nella presenza di feci gialle, queste si presentano con aspetto oleoso e tendono a galleggiare.

Malfunzionamenti dell’intestino, con assorbimenti anomali dei grassi, possono provocare feci gialle ma anche la presenza di alcuni parassiti nell’intestino, come ad esempio la Giardia, ne possono essere responsabili. Da qui l’utilità dell’esame delle feci che certamente è in grado di dare indicazioni che possono rivelarsi anche fondamentali per la diagnosi. Il colore giallo delle feci può anche trovare giustificazione nel reflusso gastroesofageo che altera l’assorbimento dei grassi ma anche stress emotivi che incidono sulla velocità di transito del cibo nell’intestino possono facilmente alterare il colore delle feci, provocando la colorazione gialla.

I soggetti celiaci intolleranti al glutine, hanno problemi di malassorbimento intestinale che facilmente provoca le feci gialle, anche agendo negativamente sulla funzionalità del Pancreas. La presenza di feci gialle, pertanto, deve sempre orientare in primis verso un sospetto di malassorbimento e poi verso altre malattie ma è compito del medico provvedere a diagnosi e terapia.

Post Author: Admin

Lascia un commento

You may also like

Anziani

Problemi all’udito: cause, sintomi, cura e prevenzione

I problemi all’udito possono essere causati da patologie o anche

Ragazza addormentata

Problemi di mal di schiena? Qualità del tuo sonno possibile causa

Una buona postura durante il sonno è un elemento essenziale

Viso bambina

Lavaggio nasale con la lota

Durante la stagione invernale, ma anche durante la primavera, capita

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi