Figlio triste

Il divorzio è un argomento molto delicato, specialmente quando marito e moglie sono anche mamma e papà. Spesso purtroppo i genitori, troppo presi dalla situazione, si dimenticano dei bisogni dei propri figli, che si trovano tra due fuochi senza saperne effettivamente il motivo. I bambini affrontano la notizia del divorzio in vari modi, in base all’età o al rapporto che hanno con i genitori. A volte, i figli di coppie divorziate non sanno come affrontare la situazione da soli e hanno perciò bisogno di aiuto, per evitare che la situazione si ripercuota gravemente sul loro futuro. Infatti capita che i figli di genitori divorziati inizino precocemente ad assumere droga e a consumare alcolici, oltre che evitare il dialogo con la famiglia.

Come i figli affrontano il divorzio in base all’età

Anche se molti genitori credono che il divorzio non riguardi i figli, in realtà li tocca molto da vicino. I bambini capiscono se qualcosa non va, e in base alla loro età reagiscono in maniera differente.

  • Tra gli 0 e i 2 anni i bambini iniziano a creare le basi affettive, la madre (e la figura del genitore più in generale) diventa un punto di riferimento che dà stabilità e sicurezza, ma come è ovvio in questo periodo non capiscono cosa sia un divorzio. Ciò non significa che non percepiscano il cambiamento: bisognerà stare molto attenti a trasmettere loro sicurezza e stabilità perché, in questa fase della vita, il legame che si crea con i genitori è essenziale per il futuro equilibrio emotivo.
  • Un bambino tra i 2 e i 3 anni si trova nella fase della scoperta e dell’acquisizione delle capacità primarie. Se il divorzio dovesse avere un grosso impatto sulle abitudini di vita del bambino, si potrebbe incorrere in un ritardo dello sviluppo: ad esempio difficoltà di apprendimento delle abilità psicomotorie, incapacità di controllo degli sfinteri, oltre che un ritardo nell’apprendimento linguistico.
  • Dai 3 ai 5 anni i bambini iniziano a comprendere il mondo che li circonda e con curiosità si approcciano ad esso. I genitori divorziati dovranno quindi spiegare al proprio figlio cosa sia il divorzio e cosa comporterà, facendo attenzione a non mentire a riguardo perché il bambino, se dovesse rendersene conto, perderebbe la fiducia riposta nei loro confronti. Non esiste un modo perfetto per dire al proprio figlio che la mamma e il papà si stanno separando, ma occorre essere il più delicati possibile, pur rimanendo sinceri.
  • Tra i 6 e i 12 anni i bambini sono abbastanza maturi da comprendere non solo cosa sia un divorzio, ma anche da empatizzare con i genitori. In questo periodo i bambini tendono però a sperare che i propri genitori ritornino assieme, e se questa illusione fosse bruscamente interrotta si potrebbe incorrere in conseguenze ben più gravi della separazione stessa.

A questa età il bambino non ha ancora completato il proprio sviluppo emotivo, quindi da lui non si può pretendere una comprensione totale.

I figli spesso tendono a incolparsi per il divorzio dei propri genitori, è quindi importante parlare con loro e sedare ogni loro dubbio con amore e delicatezza.

Post Author: Conciliatempo

You may also like

Allattamento bambino

Tabelle di crescita 0-2 anni: il vostro pediatra usa quelle giuste?

Nei primi mesi di vita di un cucciolo è giusto

Battesimo

Consigli per la scelta delle bomboniere per il battesimo

La scelta delle bomboniere per il battesimo è qualcosa di

Allattamento al seno

Problemi allattamento al seno: a chi rivolgersi?

L’allattamento al seno, per quanto naturale, specialmente all’inizio può presentare

Copyright © 2018 Conciliatempo.it. Tutti i diritti riservati. Privacy e cookie policy - Contatti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi